WiFi è costruito secondo lo standard 802.11
WiFi è costruito secondo lo standard 802.11

Wi-Fi


Nella famiglia delle reti 'Wireless', sono quelli che sono costruiti secondo le reti familiari di 802.11 standard WiFi.
I più comuni campi di applicazione sono:

• in ambito personale, la distribuzione di una rete di piccole dimensioni, destinato principalmente condividere una connessione internet a banda larga.
• in-House, per consentire la facile connessione delle workstation mobile (computer portatile) alla rete o a una parte della rete dell'azienda.
• nelle zone rurali, di distribuire l'accesso a internet pubblici più spesso ottenuti da una soluzione satellitare.
• in pubblico posti \high-tech\, per offrire ai clienti accesso digitale portatile.

Prima le molteplici soluzioni proposte, è probabilmente necessario fare il punto su questo
tecnologia ha certamente vantaggi, ma non è priva di svantaggi.

Cercheremo di fare il punto su Wi - Fi, senza andare troppo nei dettagli del protocollo in
livelli 1 e 2, (i livelli fisici e associazione di dati, che sono dell'ordine la manipolazione delle onde portanti), o su altri livelli, poiché dal livello 3 è tutto
allo stesso modo su una rete cablata, ma piuttosto sui vincoli topologia e sicurezza che deve essere assolutamente conto.






La lunghezza d'onda comporta una dimensione spaziale
La lunghezza d'onda comporta una dimensione spaziale

Promemoria


Alcuni promemoria sulle onde elettromagnetiche:
Periodo, frequenza, lunghezza d'onda.
La \lunghezza d'onda\ comporta una dimensione spaziale. Le onde radio (elettromagnetiche) si propaga nel vuoto
(e nell'aria, con un errore trascurabile) alla velocità di 300 000 Km/s (3 x 10 8 m/s). Nel caso che ci interessa, la frequenza è dell'ordine di 2,5 Ghz per gli standard 802. 11b e 802.11 g, il più utilizzato attualmente, che ci dà un periodo di 4 x 10-10 s.
La lunghezza d'onda è la distanza percorsa dall'onda durante un periodo, quindi qui è nell'ordine di 12 cm (3 x 10 8 x 4 x 10-10 = 12 x 10-2).
Si parte dal presupposto che un oggetto può essere una barriera alla propagazione di un'onda quando questa barriera ha raggiunto una maggiore dimensione o uguale alla lunghezza dell'onda.








Quando un'onda incontra un ostacolo quest'onda si riflette parzialmente
Quando un'onda incontra un ostacolo quest'onda si riflette parzialmente

Onde e gli ostacoli


Quando un'onda incontra un ostacolo, a meno che questo ostacolo ha caratteristiche molto speciali,
Questa onda è parzialmente riflessa (restituito dall'ostacolo in un'altra direzione),
rifratta (una parte dell'onda attraversa la barriera) e assorbito (la barriera assorbe parte dell'energia dell'onda).
Casi particolari sono:

• barriera a riflessione, che rende quasi tutti dell'onda incidente viene riflessa.
• barriera assorbente, che rende quasi tutta l'energia dell'onda viene assorbita.

È abbastanza facile da osservare questi fenomeni in campo acustico. Le onde sono più elettromagnetiche, ma ancora soffrono gli effetti di rifrazione, riflessione e assorbimento. Vedremo più avanti cosa succede in una camera chiusa.








Per una singola fonte di emissione, il ricevitore riceve le stesse informazioni più volte
Per una singola fonte di emissione, il ricevitore riceve le stesse informazioni più volte

\Echoes\


In atmosfera libera (senza ostacoli), c'è generalmente alcun problema.
Generalmente, il Wi - Fi può essere utilizzato in pareti e ci sono molti ostacoli.

Immaginate un trasmettitore e un ricevitore posizionato in camere adiacenti. Il trasmettitore emette in tutte le direzioni,
così anche se ci sarà una moltitudine di onde riflesse, che alcuni raggiungerà il ricevitore.
Nell'esempio, l'onda 1 raggiunge direttamente il ricevitore, attraverso la paratia, l'onda 2 lo ha raggiunto dopo un esame, l'onda 3:03 pensieri.

Per una singola fonte di emissione, il ricevitore riceve più volte le stesse informazioni, più o meno attenuata e più o meno offset in tempo.
In acustica, il problema è ben noto sotto il nome di \Reverb\.
Inoltre, in un qualsiasi punto, due onde possono raggiungere in opposizione di fase. Probabilmente non avranno la stessa ampiezza, ma loro somma matematica tendono a dare un risultato, questo porterà ad una perdita del vettore, su questo punto specifico.

Trattamento del riverbero è una cosa complessa per studiare, ma empiricamente, sappiamo bene fino a un certo punto,
È quasi imbarazzante per recuperare le informazioni, o ancora, può essere utile. D'altra parte, se il \riverbero\ diventa troppo grande, il segnale diventa inutilizzabile (effetto \Cattedrale\).

Per le onde elettromagnetiche che usiamo per Wi - Fi, si applica anche. Si tratta di spiegare delle principali debolezze del sistema:
in un edificio, è molto difficile, se non impossibile prevedere la posizione ottimale degli emittenti basato sui punti di ascolto desiderati.
Nella maggior parte dei casi, essere prove richieste per ottenere la copertura che avete bisogno.








Non c'è il ricetrasmettitore di rete punto avendo un ruolo speciale
Non c'è il ricetrasmettitore di rete punto avendo un ruolo speciale

Canali di emissione


Ogni canale corrisponde ad una frequenza di elemento portante ben definite e ogni canale è lontano da limitrofi da una costante differenza di frequenza.
Ad esempio, a 802. 11b e standard 802.11 g, ci in canali possibili di Francia 13, 2.412 GHz a 2.472 GHz, spaziato da altro di 5 MHz.
Ogni canale utilizza una certa banda di frequenza (larghezza del canale, a causa della modulazione della portante).
La larghezza di ciascun canale è 22 MHz, in modo che si sovrappongano i canali.





CANALE 802.11 B O G FREQUENZA CENTRALE ± 11 MHZ GAMMA DI FREQUENZA
1 2.412 GHZ 2.401-2.423 GHZ
2 2,417 GHZ 2,406-2.428 GHZ
3 2,422 GHZ 2.411-2.433 GHZ
4 2427 GHZ 2,416-2.438 GHZ
5 2.432 GHZ 2.421-2.443 GHZ
6 2,437 GHZ 2.426-2,448 GHZ
7 2,442 GHZ GHZ 2.431-2.453
8 2,447 GHZ 2.436-2.458 GHZ
9 2,452 GHZ 2,441-2.463 GHZ
10 2,457 GHZ 2.446-2.468 GHZ
11 2,462 GHZ 2.451-2.473 GHZ
12 2,467 GHZ 2.456-2478 GHZ
13 2,472 GHZ 2.461-2.483 GHZ






Qualità del materiale


Naturalmente è importante. Ad esempio, sappiamo tutti che con due orecchie, si sente meglio che con uno.
Non solo da spotting ascolto binaurale spaziale consente, ma anche perché il cervello implementa tecniche di correlazioni tra i segnali ricevuti da ciascun orecchio.
che per eliminare, in una certa misura, le dispersioni del riverbero e il rumore.

Wi - Fi sistemi possono essere equipaggiati con tecniche simili, che permettono più o meno efficacemente per il trattamento di un segnale di riverbero contaminato.
Non è possibile agire sul protocollo, e non è possibile agire al livello 1 di una rete Ethernet.
Che cosa è importante capire qui è che i problemi di propagazione sono importanti e possono notevolmente influenzare il risultato.










Architetture: 2 modalità di funzionamento di una rete WiFi









Non c'è il ricetrasmettitore di rete punto avendo un ruolo speciale
Non c'è il ricetrasmettitore di rete punto avendo un ruolo speciale

La modalità di ad-hoc


Non c'è il ricetrasmettitore di rete punto con un ruolo particolare.
Si tratta in genere la modalità che si sceglie se si desidera comunicare tra due o
tre macchine con un Wi - Fi interfaccia. È una modalità operativa rudimentale, che può rapidamente diventare complicata
Se aumenta il numero di macchine in una rete.
Ogni stazione può comunicare con le stazioni che sono a portata di mano. Nell'esempio:

• Stazione C può comunicare con tutte le altre stazioni.
• stazioni A, B e C possono comunicare con a vicenda.
• la stazione D può comunicare con la stazione C.

In ogni caso, stazione C non può servire come un relè in modo che, ad esempio, D può collegare con A.
Questo esempio mostra chiaramente, questo tipo di rete ha interesse a consentire nelle vicinanze (e pochi) macchine comunicano tra loro fuori di qualsiasi struttura.








C'è almeno un trasmettitore/ricevitore Wi - Fi che svolge un ruolo speciale
C'è almeno un trasmettitore/ricevitore Wi - Fi che svolge un ruolo speciale

Modalità infrastruttura


In questa modalità, c'è almeno un trasmettitore/ricevitore WiFi che svolge un ruolo speciale, quella di AP (Access Point).
Si tratta in genere la modalità utilizzata quando si vuole estendere un cavo di rete come Ethernet, con copertura WiFi per i computer portatili, o macchine che ' non vogliamo legare.

Modem WiFiVale a dire i modem ADSL o via cavo, che offrono connettività WiFi in genere operano in questa modalità. È questo metodo che vedremo più in dettaglio.

Ecco una rappresentazione tipica:
Qui, tutte le funzioni sono distinte, ma nulla vieta solo il modem, punto di accesso e funzioni di router NAT per essere concentrati nello stesso caso. In tal caso, le stazioni fisse e mobili sarà in grado di comunicare con a vicenda, perché ci assicuriamo che siano sulla stessa rete IP (con tutti i rischi che livello di sicurezza).

Il punto di accesso agisce come un HUB per stazioni mobili.
Solitamente questo punto di accesso (che chiameremo successive AP, per utilizzare la terminologia comune) ha in se un indirizzo IP, che consente di amministrare in remoto con vari mezzi (telnet, http, mini server applicazione dedicata).

Qui, l'AP serve come un relè tra stazioni mobili, ma anche tra le stazioni fisse e mobili. Per una stazione mobile, tutto avviene come se fosse collegato alla rete locale attraverso un filo. Se c'è un server DHCP sulla LAN, stazioni mobili possono anche ricevere loro configurazione automatica IP.

La modalità di ad-hoc non ha alcun interesse che occasionalmente, di fuori di qualsiasi struttura.
Se si desidera ottenere una copertura adeguata su un determinato sito, sarà probabilmente necessario posizionare più punti di accesso.






1   2   3