3d tv
3d tv

3D TV


Ci sono diverse tecniche per produrre e visualizzare immagini 3D in movimento. Di seguito sono alcuni dei dettagli tecnici e metodologie impiegate in alcuni dei più importanti sistemi 3D film che sono stati sviluppati.
Più moderni televisori 3D utilizzano un sistema 3D di otturatore attivo o un sistema 3D polarizzato, e alcuni sono autostereoscopici senza bisogno di occhiali.

Le spedizioni di televisori 3D ammonta a 41,45 milioni di unità nel 2012, rispetto ai 24,14 nel 2011 e 2.26 nel 2010. A partire da fine 2013, il numero di spettatori TV 3D cominciò a declinare.






le due immagini si sovrappongono attraverso due filtri, uno rosso e uno ciano
le due immagini si sovrappongono attraverso due filtri, uno rosso e uno ciano

Anaglifo


In un anaglifo, le due immagini si sovrappongono in un ambiente di luce additivo attraverso due filtri, uno rosso e uno ciano. In un ambiente di luce sottrattivo, le due immagini vengono stampate negli stessi colori complementari su carta bianca. Occhiali con filtri colorati in ogni occhio separata le immagini appropriate cancellando il colore del filtro e rendendo il colore complementare nero. Una tecnica di compensazione, comunemente nota come Anachrome, utilizza un filtro ciano leggermente più trasparente nei bicchieri brevettati connessi con la tecnica. Processo riconfigura l'immagine tipica dell'anaglifo per avere meno parallasse.
È un'alternativa al sistema di solito filtro rosso e ciano di anaglifi ColorCode 3-d, un sistema brevettato anaglifi che è stato inventato al fine di presentare un'immagine dell'anaglifo in collaborazione con la televisione NTSC standard, in cui il canale rosso è spesso compromessa. ColorCode utilizza i colori complementari giallo e di blu sullo schermo, e i colori delle lenti degli occhiali sono ambrato e blu scuro.










Multi-vista cattura


Multi-vista capture utilizza matrici di molte macchine fotografiche per catturare una scena 3D attraverso più flussi video indipendenti.
Dopo la cattura, possono essere trattati dati immagine stereo o multi-view per estrarre 2D oltre che informazioni di profondità per ogni visualizzazione, creando di fatto una rappresentazione indipendente dal dispositivo della scena 3D originale.
Trattamento di profondità più 2D può essere utilizzato per ricreare scene 3D anche da una singola visualizzazione e convertire film legacy e materiale video in un aspetto 3D, anche se un effetto convincente è più difficile da raggiungere e l'immagine risultante sarà probabilmente simile a una cartone in miniatura.








Televisori 3D-ready operano in modalità 3D utilizzando la tecnologia per ricreare un'immagine stereoscopica
Televisori 3D-ready operano in modalità 3D utilizzando la tecnologia per ricreare un'immagine stereoscopica

Televisori 3D-ready


Televisori 3D-ready sono quelli che possono operare in modalità 3D (oltre alla normale modalità 2D) utilizzando una delle diverse tecnologie di visualizzazione per ricreare un'immagine stereoscopica. Questi televisori solitamente supporto HDMI 1.4 e una frequenza di uscita minima di 120 Hz; gli occhiali possono essere venduti separatamente.

Il produttore cinese TCL Corporation ha sviluppato un 42 pollici (110 cm) LCD TV 3D chiamato il TD-42F, che è attualmente disponibile in Cina. Questo modello utilizza un sistema lenticolare e non richiede alcuna speciale occhiali (autostereoscopia). Attualmente si vende per circa $20.000.
Onida, LG, Samsung, Sony e Philips abbiamo intenzione di aumentare la loro TV 3D che offre con l'intenzione di rendere 3D TV vendite rappresentano oltre 5024021255160f loro rispettiva distribuzione TV offrendo entro il 2012. Si prevede che le schermate utilizzerà una miscela di tecnologie finché non esiste standardizzazione in tutta l'industria. Samsung offre il LED 7000, 750 LCD, PDP 7000 televisori e il Blu-ray 6900.








2 telecamere sono montati affiancati
2 telecamere sono montati affiancati

Stereoscopia


Il più ampiamente accettato il metodo per l'acquisizione e distribuzione di video 3D è stereoscopia. Esso comporta la cattura coppie stereo in una configurazione del due-vista, con telecamere montate fianco a fianco e separato dalla stessa distanza come è tra gli alunni di una persona.
Prospettiva modifica le coordinate Z e Y del punto di oggetto, di un fattore di D/(D-x), mentre MAIUSC binoculare contribuisce un termine supplementare. Lo spostamento binoculare è positivo per la sinistra-occhio-vista e negativo per il diritto-eye-view. Per punti di un oggetto molto distante, è ovvio che gli occhi cercherà lungo essenzialmente la stessa linea di vista. Per oggetti molto vicini, gli occhi possono diventare eccessivamente \\\\cross-eyed\\\\.

Tuttavia, per le scene nella parte superiore del campo di vista, un'immagine realistica è realizzata prontamente dalla sovrapposizione di sinistra e destra immagini fornite il visualizzatore non è troppo vicino lo schermo e sinistra e destra immagini siano correttamente posizionate sullo schermo.
Tecnologia digitale in gran parte ha eliminato sovrapposizione imprecise che era un problema comune durante l'epoca dei tradizionali film stereoscopico.









le immagini vengono proiettate sovrapposte attraverso filtri polarizzatori
le immagini vengono proiettate sovrapposte attraverso filtri polarizzatori

Sistemi di polarizzazione


Per presentare un'immagine stereoscopica, vengono proiettate due immagini sovrapposte sullo schermo stesso attraverso diversi filtri polarizzatori. Lo spettatore indossa occhiali da vista che contengono anche una coppia di filtri polarizzatori orientati in modo diverso (in senso orario/antiorario con polarizzazione circolare o ad angoli di 90 gradi, solitamente 45 e 135 gradi, con polarizzazione lineare). Come ogni filtro lascia passare solo quella luce che è allo stesso modo polarizzato e blocchi la luce polarizzata in modo diverso, ogni occhio vede un'immagine diversa.
Questo è usato per produrre un effetto tridimensionale proiettando la stessa scena in entrambi gli occhi, ma rappresentato da prospettive leggermente diverse.
Inoltre, dal momento che entrambi gli obiettivi hanno lo stesso colore, persone con un occhio dominante (ambliopia), dove un occhio è usato di più, sono in grado di vedere l'effetto 3D, in precedenza negato tramite la separazione dei due colori.

Polarizzazione circolare ha un vantaggio rispetto a polarizzazione lineare, in quanto lo spettatore non ha bisogno di avere la testa in posizione verticale e allineata con lo schermo per la polarizzazione funzionare correttamente. Con polarizzazione lineare, trasformando le cause lateralmente occhiali i filtri per andare fuori allineamento con i filtri di schermo causando l'immagine sfumare e per ogni occhio vedere il telaio opposto più facilmente.
Per polarizzazione circolare, l'effetto polarizza funziona indipendentemente dal modo in cui testa dello spettatore è allineato con lo schermo come inclinato lateralmente, o anche a testa in giù.

Luce polarizzata riflettuto da uno schermo di immagine motion ordinaria in genere perde gran parte della sua polarizzazione. Così un costoso argento schermo o alluminato con perdita di polarizzazione trascurabile deve essere utilizzato. Tutti i tipi di polarizzazione si tradurrà in un oscuramento della immagine visualizzata e contrasto più povero rispetto alle immagini non 3D.
Luce da lampade normalmente viene emessa come un insieme casuale di polarizzazioni, mentre un filtro di polarizzazione passa solo una frazione della luce. Di conseguenza l'immagine sullo schermo è più scura. Questo oscuramento può essere compensata aumentando la luminosità della sorgente luminosa proiettore.
Se il filtro di polarizzazione iniziale viene inserito tra la lampada e l'elemento di generazione di immagine, l'intensità della luce colpisce l'elemento image non è qualsiasi più alto del normale senza il filtro polarizzatore, e nel complesso il contrasto dell'immagine trasmesso alla schermata non è interessato.








barriera di parallasse è utilizzata per visualizzare un'immagine 3D
barriera di parallasse è utilizzata per visualizzare un'immagine 3D

Autostereoscopia


Nintendo 3DS utilizza autostereoscopia barriera di parallasse per visualizzare un'immagine 3D.
In questo metodo, gli occhiali non sono necessari per vedere l'immagine stereoscopica. Lenticolare lente e parallasse barriera tecnologie coinvolgono imponente due (o più) immagini sullo stesso foglio, in strisce strette, alternando e utilizzando uno schermo che sia blocchi tra le due immagini strisce (nel caso di barriere di parallasse) o utilizza lenti altrettanto strette per piegare le strisce di immagine e renderlo sembrano riempire l'intera immagine (nel caso di stampe lenticolari).

Per produrre l'effetto stereoscopico, la persona deve essere posizionata in modo che un occhio vede una delle due immagini e l'altro vede l'altro. I principi ottici di multiview autostereoscopia sono stati conosciuti per oltre un secolo.
Entrambe le immagini sono proiettate su uno schermo ad alto guadagno, ondulato, che riflette la luce ad angolo acuto. Per vedere l'immagine stereoscopica, lo spettatore deve sedersi entro un'angolazione molto stretta che è quasi perpendicolare allo schermo, limitando la dimensione del pubblico.

Lenticolare è stato utilizzato per la presentazione teatrale di numerosi corti in Russia dal 1940 al 1948 e nel 1946 per il lungometraggio Robinzon Kruzo
Anche se il suo uso nelle presentazioni teatrali è stato piuttosto limitato, lenticolare è stato ampiamente utilizzato per una varietà di articoli di novità ed è stato utilizzato anche nella fotografia 3D amatoriale. Uso recente include la Fujifilm FinePix Real 3D con un display autostereoscopici è stato rilasciato nel 2009. Altri esempi di questa tecnologia includono schermi autostereoscopici LCD su monitor, notebook, televisori, telefoni cellulari e gioco